Anno XI, 24 | 11 | 2017
Giancarlo MORDINI* - Il ritorno del Teatro di Rifredi, Firenze PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

Buone notizie


IL RITORNO DEL TEATRO DI RIFREDI

Ci sono fiori dappertutto, per chi è capace di vederli. (Matisse)

°°°°

La forza del teatro.
Quell'energia inarrestabile, sotterranea che spesso fiorisce spontanea anche nei terreni più ostici e negletti lottando contro ogni tipo di intemperie o di detestabili parassiti che vorrebbero togliergli la sua linfa vitale: la creatività. Quella tenacia - a volte irrazionale, altre volte frutto di un'inarrestabile necessità – che tiene in vita un fiore nel mezzo di una landa desolata arsa dalla siccità, metafora di una società che vola sempre più basso e sempre meno attenta alle piccole gioie da condividere e alla semplicità della bellezza da preservare.

Quella capacità di vedere ciò che è vitale e sincero - e di dargli spazio e di condividerlo fisicamente - anche in mezzo alle difficoltà, alla mancanza di attenzione e di risorse, alle preoccupanti involuzioni sociali. Quella positività che ci spinge ad alzare lo sguardo dalle rugose crepe della siccità per intravedere i segni di una futura primavera. Per questo, dovendo sintetizzare il senso della stagione che sta per iniziare, frutto di tanti mesi di ricerca, visioni di spettacoli, letture di testi, trattative, riflessioni e condivisioni, mi sento, in fin dei conti, di offrirvi un'immagine positiva: quella di un variopinto, lussureggiante giardino.

Un giardino dove ogni spettacolo è come un fiore fatto germogliare e curato con quotidiana, ostinata passione dal proprio giardiniere (l'équipe che lo ha creato) e dove ognuno di questi fiori ha il proprio colore, la propria forma, il proprio indistinguibile profumo ma sprigiona ancora più forza nel mostrarsi insieme a tutti gli altri.

Il mio impegno, la mia responsabilità nei confronti del nostro pubblico esigente e motivato, è consistito dunque in questo: nel ricercare dei giardinieri abili, dei maestri nella loro arte, dei cultori della biodiversità capaci di gettare semi e propiziare fioriture; soprattutto artisti perfettamente in sintonia con quella puntigliosa e caparbia passione per il teatro che ha consentito a noi – a tutta la nostra squadra - di arrivare a questa 32° stagione del Teatro di Rifredi (www.teatrodirifredi.it).

Il Cartellone 2017-18 verrà reso noto nei prossimi giorni (ndr).

*direttore artistico del Teatro di Rifredi

 
ISSN 2280-6091

info.inscena@gmail.com
Direttore Responsabile

Angelo Pizzuto
pizzutoang@gmail.com

Vice direttore

Cinzia Baldazzi
cinziabaldazzi@gmail.com

Coordinamento redazionale
Lucia Tempestini
Redazione affari sociali

Francesco Nicolosi Fazio
francesconicolosi.f@tiscali.it

Banner